Muffin alle pere e mirtilli

Va bene, lo ammetto, vado matta per i muffins (vedi anche la ricetta muffins all’olio d’oliva). Quelli che vi presento oggi sono integrali, a base di pere e mirtilli.

Ho pensato a un frutto zuccherino di stagione, la pera, particolarmente digeribile e con tante vitamine: A, C, K, e vitamine del gruppo B. E un altro in realtà estivo ma che è facilmente reperibile nei supermercati, in qualsiasi stagione: il mirtillo, ricco di antiossidanti, vitamine, minerali, e tannini (quelli che gli danno la colorazione viola-bluastra) che rafforzano i nostri capillari.

Ecco i Muffin integrali alle pere e mirtilli

Ingredienti:

  • 175 g di farina integrale
  • 50 g di farina manitoba
  • 100 g di zucchero integrale di canna
  • due cucchiaini di bicarbonato di sodio
  • 2 uova
  • 100 g di olio d’oliva
  • 4 cucchiai di cocco grattugiato
  • 100 grammi di noci
  • 2 pere piccole
  • 1 vaschetta di mirtilli
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

 

Procediamo!

Versate le due farine in un recipiente e aggiungete il cocco, il bicarbonato, la cannella e le noci.

In un piatto fondo sbattete le uova con lo zucchero, poi aggiungete l’olio e quindi le pere tagliate a pezzetti e i mirtilli. A questo punto unite il composto con la farina e gli altri ingredienti. Mescolate bene finché il tutto risulti omogeneo.

Prendete degli stampini e riempiteli con un cucchiaio; non ho usato il sac a poche per via dei pezzi di pera… non riuscirebbero a passare dal beccuccio.

Preriscaldate il forno per 5-6 minuti e infornate a 180 gradi per 25 minuti.

Fotografie by Tommaso Gallini

Running tip: se non vi piacciono i pezzi di frutta potete frullare le pere così otterete un composto omogeneo.

Curiosità: Ma che cosa significa Muffin?!? La parola muffin viene citata per la prima volta in Inghilterra nel 1703 con la scrittura “moofin”. Qualcuno sostiene che il termine derivi dal francese mouflet, che significa soffice e inteso come il pane, altri lo collegano alla parola  tedesca muffen che significa piccole torte, perché in origine si trattava di piccole torte (fonte Wikipedia).

Se decidete di rifare la mia ricetta e volete mostrami il risultato, menzionatemi e taggatela con #runningpostfood, così potrò trovarla e condividerla.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *