Nike: la corsa si fa veloce

Eccoci, Nike non si ferma mai e ci propone delle divise per correre che, promette l’azienda americana con sede a Portland, di farci andare più veloci. Mmm , però, sarebbe il caso di provarle visto che mi sto “bradipizzando” 😉

Dunque, andiamo per gradi… Le divise nuove si chiamano Nike Vapor Track and Field e hanno la tecnologia Nike AeroSwift.

Il materiale?!? Poliestere riciclato (bene, mi piace l’occhio all’ecologia 🙂 ), così che il peso è minimo. Questo ibrido da performance è reso possibile da un processo manifatturiero avanzato, che abbina un tessuto a maglia elasticizzato quadri-direzionale a una rete tecnica traspirabile che integra anche le Nike AeroBlades.

Inserite tecnicamente in aree strategiche dell’abbigliamento, identificate con centinaia di ore di collaudi nella galleria del vento, le Nike AeroBlades interrompono e migliorano l’aria intorno all’atleta, ottenendo la più grande riduzione di frizione mai avuta da qualsiasi divisa di atletica fino ad oggi. E a differenza della precedente tecnologia aerodinamica, che era stata progettata specificatamente per la velocità, le Nike AeroBlades assistono tutti i runner. Ahahahaha, era ora!!!!

“Negli anni passati, ci eravamo concentrati sui velocisti,” spiega Ken Black, Nike Creative Director, “ma quest’anno volevamo creare una innovazione che valesse per tutte le discipline legate alla corsa, dalla velocità al mezzofondo alla maratona, per elencarne solo alcune.”

L’adattabilità della divisa è visibile anche nella sua struttura. Prodotti specifici coordinabili sono stati sviluppati per la distanza, la velocità e le corse campestri. Gli atleti possono così personalizzare la propria divisa sulle proprie preferenze personali, in base alle esigenze e alle condizioni delle prestazioni richieste.

Ma non è finita perché c’è anche la nuova calza  calza da corsa NikeGRIP, una soluzione bilaterale che considera sia l’interno che l’esterno di una calza potenziando al massimo la presa sulle aree del piede che devono sostenere il peso, ossia intorno al tallone e lungo il fondo dell’avampiede, che riduce al minimo lo scivolamento in andatura.

Olééé, siamo pronti per correre con il vento!