Io corro all’alba

Correre all'alba by Running Post
Correre all'alba by Running Post

Correre al sorgere del sole d’inverno per alcuni è facile mentre per altri no, il motivo non riguarda solo le nostre abitudini, ma anche l’orario in cui il sole si alza: alle 7.40, e se dobbiamo essere al lavoro per le 8 o le 8.30 va da sé che non ce la facciamo.

Se invece iniziamo più tardi,  possiamo scegliere di correre in contemporanea con la salita del sole in cielo.

Ore 6.45 La sveglia squilla, mi alzo e mi sento un’allodola 🙂

Ore 6.50 Un bel bicchiere d’acqua con un cucchiaio di aceto di mele per rimineralizzare il corpo (oltre ad avere proprietà antinfiammatorie, segreto confidato dal campione americano Rich Roll). Un bel caffé nero e fortissimo dolcificato con un cucchiaio di sciroppo d’agave, che a differenza di altri dolcificanti ha un indice glicemico più basso, e via!

No, non mangio nulla, preferisco sentire lo stomaco libero e leggero, e poi  l’attività aerobica a digiuno mi permette di bruciare i grassi e mi innalza il metabolismo per il resto della giornata.

Ore 7  Mi vesto bene con: maglia e giacchino termico, scaldacollo, leggings, berretto, guanti.

Ore 7.10 Parto!

Decido di correre all’alba la sera prima, solo dopo avere consultato l’Arpa. Se so che la giornata sarà limpida sin dal mattino non esito e mi programmo. Scelgo un circuito che mi permetta di scorgere il sole spuntare timidamente tra la campagna e le case .

E quando spunta mi fermo qualche istante per ammirare la palla rosa fucsia che sale. Voi non fatelo, o vi ghiaccerete, potete sempre ammirarlo di corsa.

Ore 8 Rientro a casa, doccia, un altro bel bicchiere d’acqua per reidratarmi, un po’ di frutta come kiwi e banana, uno yogurt  oppure una fetta di pane integrale con del burro di mandorle (ancora una volta seguo le abitudini dell’ultrarunner Roll).

Ore 9.30 Sono in ufficio, carica come una molla, forse anche un po’ troppo.

 

I VANTAGGI DELLA CORSA ALL’ALBA

 

  • Correre al mattino presto dà un benessere particolare perché l’aria è più fresca, in più macinando km generiamo l’adrenalina che ci dà la sensazione di benessere.
  • Ci sentiremo a posto tutto il giorno e non dovremo inseguire il tempo cercando di ritagliarci un’oretta per una corsetta.
  • Correre appena svegli, ha detto a Runner’s World il medico sportivo Rodolfo Tavana: “Dà una scossa al metabolismo che da subito s’innalza e resta elevato per tutto il giorno. Il vantaggio non è tanto nelle calorie bruciate durante l’allenamento, ma in quelle che si consumano nelle ore successive all’allenamento”.
  • La qualità dell’aria è migliore essendoci meno auto in circolazione.

 

Importante però…

 

Andare a letto presto per dormire un giusto numero di ore. Vestirsi con indumenti colorati o chiari visto che si uscirà con il cielo non ancora azzurro, o comunque mettere dei catarifrangenti o lampada frontale che poi spegneremo nel corso dell’allenamento.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Running Post

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *