Ecco il team di Running Post

Siete pronti per scappare dalla catcher car della Wings for Life World Run?

Mancano pochi giorni alla sfida solidale mondiale, in programma il prossimo 8 maggio a Milano, con start alle ore 13 dal Castello Sforzesco.

E così è tempo di presentarvi il team di Running Post, con tutti i nomi rigorosamente in ordine alfabetico, descrivendo chi della squadra mi ha inviato qualche riga del proprio profilo di runner 🙂

Eccoli: Claudia Albertini, Paolo Bramati, Il Yong Cerchiai, Gianluca Petrini, Fabio Righetti, Silvia Righetti, Susanna Zoboli.

Il Yong Cerchiai - Foto Pierluigi BeniniIl Yong Cerchiai: si è avvicinato alla corsa una decina di anni fa e da allora non ha più smesso. Oggi è un maratoneta doc e viaggia sulle 3h20’.

 

Gianluca Petrini

Gianluca Petrini

 

 

 

 

 

Gianluca Petrini: ha iniziato a correre tre anni fa quando gli è nata la figlia. Grazie al risveglio anticipato, un giorno ha deciso di uscire a fare una camminata depurativa che poi si è trasformata in una corsetta di un paio di km. Rientrato si è sentito rinnovato. Da allora non ha più smesso di macinare km e le sue corsette sono diventate delle vere e proprie corse.

Fabio Righetti in azione

Fabio Righetti in azione

Fabio Righetti: papà! È lui che ha insegnato a correre a me e a Silvia. Da sempre fissato con i km, i lavori specifici e il gps, ama correre e spingere sull’acceleratore. Domenica? Correrà la Wings a testa in giù, di notte 😉 già, già perché prenderà parte alla corsa da Melbourne, con start alle 21.

Chi farà più km in famiglia?!?

 

 

 

 

silvia (1)Silvia Righetti: sister! Runner di lunga lena che ama la competizione (e mi batte sempre). Ama le corse su strada, a ostacoli, nel fango, in montagna e i trail. Non ha paura dei chilometri e domenica punta a correrne parecchi.

 

 

 

Susanna Zoboli

Susanna Zoboli

 

Susanna Zoboli: Beh, lascio spazio alle sue parole perché la descrizione che fa di se stessa è troppo simpatica: «Sono una podista improbabile che si diverte molto. I miei tempi sono paragonabili alle “ere geologiche” (solo nei giorni migliori riesco a correre 10 km in un’ora, normalmente un po’ meno). Quando non corro faccio l’insegnante di chimica e ho una figlia che studia scienze motorie e non mi prepara le tabelle di allenamento».

 

 

Cosa stai aspettando?

Tutto il mondo correrà alla stessa ora per raccogliere fondi per sostenere la ricerca e trovare una cura per le lesioni al midollo spinale. Puoi ancora iscriverti nel team, ecco il link:

Running Post Team 

E chi del team di Running Post farà più km, riceverà il libro di Giusy Versace “Con la testa e con il cuore si va ovunque”, il più lento “Il Papa non corre. 42 modi di vivere la corsa” 😉

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *