Come motivarsi e correre meglio

Nei mesi di “chiusura” ho imparato che oltre alla corsa si possono fare tante altre cose, tra le quali saltare la corda e potenziare i muscoli. E il tutto si può fare a casa, facendosi spazio tra i mobili, e ricavandosi una piccola “nicchia” dove potere distendere il tappetino e posizionare pesi e corda.

Ammetto che non è facile trovare il tempo quando si è tra le mura domestiche perché tra famiglia, panni da stirare, corsi online, webinair e quant’altro alla fine si rischia di mettere in fondo alla lista il movimento. Ricordiamoci però che gli esercizi sono importanti quanto la corsa, perché ci permettono di correre meglio e di prevenire gli infortuni.

E allora ecco qualche suggerimento per trovare il tempo e la voglia di esercitarsi a casa.

 

LO SPAZIO GIUSTO

D’accordo abbiamo poco spazio a casa (in palestra è differente ma in questo periodo di semi lockdown dobbiamo adattarci), però teniamo a portata di mano ciò che ci occorre, non disperdiamolo per la casa, e cerchiamo di rendere il più confortevole possibile l’area in cui ci andiamo ad allenare.

 

ESERCIZI BREVI MA MIRATI

Che cosa voglio potenziare? Prima di tutto fatevi questa domanda e poi scegliete dei workout brevi, mirati e intensi. Se il vostro sport principale è la corsa e dovete rafforzare i muscoli che vi aiutano a spingere, non potranno mancare ad esempio gli squat e il plank, uno dei migliori esercizi per allenare tutto il corpo senza l’uso di alcun attrezzo perché sfrutta il solo carico naturale del  peso corporeo.

E poi non dimentichiamoci delle braccia, tonificate anche quelle!

Optate per una sequenza di 5 esercizi (ce ne sono tanti online), imparate a eseguirli bene (magari le prime volte fateli vedere a un istruttore o amico fisicato) e poi andate via spediti.

Occhio alle  sessioni fitness  online, se non eseguite bene gli esercizi rischiate di farvi più male che bene.

 

PIANO DI ALLENAMENTO BEN IN VISTA

Se avete un piano, una tabella, cercherete di rispettarlo. Mettetelo ben vista in modo da non dimenticarlo.

 

MUSICA

In genere quando faccio gli esercizi metto come sottofondo un po’ di musica, mi rilassa o mi dà la carica a seconda del genere abbinato agli esercizi, e mi fa passare in fretta i 15-20  minuti di workout.

 

ALLENAMENTO ALL’APERTO

Siamo fortunati perché quest’anno sembra che il sole non voglia andarsene e allora ritagliamoci uno spazio all’aperto e facciamo gli esercizi outdoor. Portiamo con noi la corda e i pesetti e iniziamo a lavorare con il sole che ci scalda il viso e le braccia.

 

ABBIGLIAMENTO TECNICO

 

Arena- www.runningpost.it

 

Vestitevi con abbigliamento tecnico, come se andaste in palestra. Sembra banale ma vedersi nei panni giusti ci spinge a metterci al “lavoro”. In questo periodo quando mi alleno a casa indosso la nuova linea di Arena, è super colorata e mi mette il buon umore.

In primis i Gym long tights con inserti in mesh per una maggiore traspirabilità, cintura in vita con mesh all’interno per  dare supporto maggiore e  una tasca posteriore sulla cintura. E il suo Sport bra, con costruzione incrociata sulla schiena per una maggiore tenuta, le coppe rimovibili e un ampio elastico in mesh sotto il seno per migliorare il sostegno e la traspirabilità.

Ma chi preferisce avere la pancia coperta può optare per il Duo Reversibile Tank Top , una canotta double-face con reggiseno incorporato realizzata in tessuto MaxDry, leggero e traspirante.

Se non lo conoscete il MaxDry è un’innovativa struttura a canali che migliora la traspirazione delle pelle; ha infatti una fodera interna che assorbe il sudore e lo spinge in superficie attraverso i canali per farlo evaporare rapidamente e mantenere la nostra pelle asciutta.

Ci sono comunque tanti altri brand tecnici che possono fare al caso vostro, questi sono solo un esempio con cui io mi alleno e mi trovo bene.

Spero di avervi dato qualche suggerimento utile.

Se vuoi lasciare un commento e dirmi come hai impostato i tuoi allenamenti in questo periodo mi farebbe piacere.

E se ti va puoi seguirmi qui  su IG @running.post

 

Foto di Tommaso Gallini

 

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *