Washington di corsa

Washington di corsa?!? Si può fare…

In questi giorni la città presidenziale è sotto i riflettori di tutto il mondo… Oggi poi raggiungerà il culmine della visibilità grazie alla cerimonia di insediamento del 45esimo presidente degli Stati Uniti, con Barack Obama che cede il testimone a Donald Trump.

Ho visitato questa città un anno fa, l’ho raggiunta in treno dalla Penn Station di New York (la durata del viaggio è stata di 3 ore e mezza).  Ho prenotato tutto, compreso il treno, attraverso con la Dreamtime Viaggi.

Washington è la capitale degli Stati Uniti d’America, è ubicata nella costa orientale, a 50 km dal mare, e a circa 370 chilometri da New York City. Tranquilla, molto curata, con i monumenti che la fanno da padrone. Arrivata con quasi 30 gradi e un sole splendente, nonostante fosse novembre, sono ripartita con 15 gradi e una pioggia battente. A parte il meteo, la cosa che mi ha immediatamente colpito sono stati i runners, ovunque andassi c’era qualcuno che mi sorpassava correndo. Di seguito alcuni percorsi che ho provato…

 

NATIONAL MALL

Il primo percorso che vi suggerisco è quello che io stessa ho scelto la prima mattina di permanenza. Si parte dal Campidoglio e si arriva al Washington Monument.

 

Washington Monument - Foto Gallini per Running Post

 

Si attraversa tutto il National Mall, il viale monumentale che si estende per tre chilometri dal Campidoglio (sede dei due rami del Congresso degli Stati Uniti) al Lincoln Memorial. È un giro panoramico, totalmente ciclo-pedonale in cui potrete ammirare i musei Naturale e Storia americana, la Galleria nazionale e il museo di storia e cultura afro-americana, inaugurato lo scorso 24 settembre. Correrete tra gli scoiattoli, scorgendo il Washington Monument, un obelisco di marmo alto 169 metri, circondato da svolazzanti bandiere americane.

Il giro, andata e ritorno, è di circa 6 km; se volete allungarlo di un paio di chilometri potrete spingervi fino a Reflecting Pool, un rettangolo d’acqua lungo oltre seicento metri, che ha ospitato eventi storici, quali il discorso di Martin Luther King Jr “I have a Dream, tenuto nel 1963 di fronte a una platea di oltre 250 mila persone.

Se volete fare un po’ di gradini per cambiare ritmo e raggiungere così il Lincoln Memorial, potete tornare indietro dall’altra sponda del bacino passando per il Vietnam Veteran Memorial.

 

Reflecting Pool - Foto di Tommaso Gallini

 

Lincoln Memorial - Running Post

 

TIDAL BASIN

Se avete poco tempo e volete farvi solo una sgambata, si può optare per un giro attorno al Tidal Basin, uno specchio d’acqua molto ampio il cui perimetro è di circa 3,5 km. Si trova sempre nella zona monumentale di Washington, accanto a Reflecting Pool. Correrete scorgendo il Jefferson Memorial, il Martin Luther King Memorial, il Franklin D. Roosvelt Memorial, il D.C. War Memorial, immersi nella quiete e nel verde.

Un percorso che diventa incredibile quando, alla fine di marzo, fioriscono i ciliegi giapponesi e la zona si colora di splendide sfumature rosa.

 

LA CASA BIANCA

 

Casa Bianca - Foto di Tommaso Gallini

 

Se volete vedere di corsa la Casa Bianca potete farlo. Partiamo dal Campidoglio, e corriamo lungo il National Mall. Arrivati all’altezza del Washington Monument giriamo a destra per 15th Street e dopo poco vi ritroverete al cospetto della residenza ufficiale del presidente degli Stati Uniti. È in stile neoclassico e ha due facciate; l’ingresso principale è affollato di manifestanti e personaggi vari (quando l’ho visitata c’erano un esule cubano, una ragazza vestita da orso polare e un monaco), mentre l’altro lato, quello più noto mostrato sempre in televisione con il colonnato circolare, è silenzioso e immerso nel verde. Giratele attorno e tornate indietro per la 17th Street puntando nuovamente al Washington Monument (è un buon punto di riferimento perché è visibile ovunque) e poi girate per il National Mall, per arrivare al punto di partenza.

EVENTI RUNNING

Tra gli eventi sportivi in programma nella capitale ci sono: la DC Rock ‘n’ Roll Marathon, Half Marathon e 5K (prossimo 11 marzo), e la 42° Marine Corps Marathon, con oltre 30 mila partecipanti, provenienti da 50 nazioni e un milione di spettatori lungo il percorso.

Foto di Tommaso Gallini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright RUNNING POST