Taralli ai semi di chia, lino, girasole e papavero

È mercoledì… Un aperitivo per spezzare la settimana non vogliamo concedercelo?!? Domenica, giorno di gare e di sfide, è lontano.  E poi uno strappo ogni tanto… Sennò cosa corriamo a fare?!? 😉

Women’s Health ci propone un cocktail a base di vodka e soda con una spruzzata di succo di frutta, oppure un semplice calice di spumante. Due bicchieri che hanno meno di 150 calorie.

Ma cosa ci abbiniamo? Il suggerimento arriva da Elisa Invernizzi, runner da circa un anno, e “donna di mare, di montagna e lettrice oltre confine. Di professione ufficio stampa”, come ama definirsi.

Amante della cucina vegetariana, proprio come me, si diletta a cucinare gustosi manicaretti, come quello che vi presento oggi: Taralli ai semi.

Ingredienti (per 20 taralli)

  • 100 gr di farina integrale
  • 150 gr di farina 0
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 50 ml di vino bianco (inutile dirlo, che sia di buona qualità)
  • 3 o 4 cucchiai di semi (ho usato semi di chia, di lino, di girasole e di papavero)

 

Per preparare l’impasto prima di tutto uniamo gli ingredienti in polvere setacciandoli, ossia la farina integrale e quella tipo “0” e i semi. Poi aggiungiamo a filo l’olio e il vino (a temperatura ambiente).

Una volta che abbiamo ottenuto una pasta compatta, la lasciamo riposare coperta da un canovaccio semi umido per una decina di minuti. Utilizziamo il tempo a disposizione per portare a bollore l’acqua (non salata) in una pentola alta, solitamente usata per cuocere la pasta.

Per la tipica forma dei taralli, prendiamo un pezzetto di pasta e formiamo dei bastoncini della lunghezza di 8/10 cm e del diametro di 1 cm. Li richiudiamo su se stessi formando il classico tondo, prestando attenzione che le due estremità si congiungano bene premendo la pasta.

Quindi li tuffiamo delicatamente nell’acqua bollente, per un numero massimo di 5 alla volta, e li togliamo con una schiumarola non appena vengono a galla.

A questo punto li adagiamo su un canovaccio pulito e li facciamo asciugare, sebbene non completamente.

Poi sistemiamo i taralli su una teglia foderata di carta da forno e li cuociamo per circa 15 minuti in forno precedentemente riscaldato a 170°/ 180°, finché non sono dorati al punto giusto.

Sono pronti!

Runningtip: ottimi serviti in abbinamento a pomodori secchi senza sale e a un bicchiere di bollicine 🙂

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *