Stefano Baldini: la valigia perfetta per NY

Stefano Baldini conosce bene la maratona di New York, l’ha corsa più volte da top atleta, e due volte da “amatore”, e anche quest’anno ripeterà l’esperienza con l’obiettivo di terminarla sotto le 3 ore e arrivare al traguardo con il sorriso.

Da grande esperto di Big Apple, gli ho chiesto di indicarmi quali sono le cose che assolutamente noi runner dobbiamo mettere in valigia per affrontare nel migliore dei modi la New York City Marathon. 

Ecco la valigia perfetta del maratoneta “newyorkese”, consigliata da Stefano.

«Per andare a New York dobbiamo essere equipaggiati a 360 gradi. Guardiamo pure le previsioni del tempo e ci daranno già un termometro molto buono dei capi che dobbiamo avere con noi. Ma ricordate che nella City il clima cambia in modo talmente repentino che bisogna essere equipaggiati al completo».

INDUMENTI VECCHI Portare, per il giorno della gara, cose vecchie con cui ci copriremo prima di partire, che poi abbandoneremo allo start o dopo qualche chilometro. Lo scorso anno la mattinata era molto ventosa e il vento tende ad acuire ed esasperare le condizioni climatiche, il freddo si sente di più e bisogna essere ben coperti. Quindi prendete con voi capi pesanti perché si rimane fermi tantissimo, soprattutto chi parte nelle waves successive alla prima. Gli ultimi maratoneti si avvieranno dopo le 11!

INDUMENTI PER LA GARA Consiglio di indossare ciò con cui siamo abituati a correre, pantaloncino lungo oppure qualcosa al ginocchio. E un po’ di olio per riscaldare la parte delle gambe che resta scoperta.

Per la parte superiore metterei un intimo e sopra la canotta della società, piuttosto che la divisa della Born2Run, e poi i manicotti con i guanti perché sono molto comodi, li possiamo abbassare o tirare sù nei vari momenti della gara, secondo le condizioni climatiche.

SCARPE Sicuramente un paio già utilizzato in un allenamento lungo o in una mezza maratona.

OCCHIALI DA SOLE Se siamo abituati a portarli, il sole se c’è e potrebbe dare un po’ fastidio, quindi metteteli in valigia.

INTEGRATORI PER LA MARATONA Portiamo qualcosa da casa che abbiamo già provato in allenamento e che assumeremo tra la colazione e la partenza. Tenete conto che mangeremo molto presto, verso le 5. Quindi consiglio di assumere dei carboidrati a basso indice glicemico quando mancherà un’ora e mezza dalla partenza. Durante la gara, al 20° e al 30° km, potete prendere delle maltodestrine in forma liquida o in gel. E poi qualche pastiglia di sali minerale da sciogliere in bocca ogni 10 km, che possiamo tenere nella taschina dei pantaloncini.

INTEGRATORI PER IL DOPO MARATONA Possiamo assumere un prodotto a base di aminoacidi ramificati per recuperare lo sforzo immediatamente dopo la gara. Lo possiamo mettere nella sacca, per chi ha chiesto l’opzione bag. E poi naturalmente integrare con dei sali minerali.

SORRISO Mi porterei in valigia un bel sorriso, al di là della preoccupazione che è normale che ci sia, consiglio di affrontare la gara nel modo giusto e il modo giusto è pensare di divertirsi. Concentriamoci sì, ma col sorriso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *