Santorini, un’isola da vivere di corsa

Mare blu, tramonti da urlo, storia e sentieri per correre. Dove?

A Santorini, l’isola meridionale dell’arcipelago delle Cicladi, adagiata nel mare Egeo. Piccola, ma non piccolissima, si può scoprire in scooter (io ho fatto così) e con le scarpette da running (già!), correndo lungo i tanti sentieri che collegano le diverse località. Ma occhio perché in estate è davvero caldo, quindi fatelo nelle ore più fresche del giorno.

Dove fare base? Personalmente ho scelto Imerovigli, un piccolo paese a strapiombo sulla laguna marina. Accanto si trova la biancheggiante Phirà, il capoluogo, ubicato sulla cosiddetta caldera; da lontano scorgerete tanti puntini blu, sono le cupole delle  chiesette che affollano la località (se ne contano 365).

Lo sapete com’è nata l’attuale Santorni? Nel 1627 a.c. un’apocalittica eruzione vulcanica ha sommerso Santorini, facendole perdere l’originaria forma e rendendola più piccola, con diverse isolette accanto.

Si è anche pensato, proprio per la particolare conformazione, che potesse essere la leggendaria Atlantide narrata da Platone.

La prima corsa

Lungo la stradina che costeggia la caldera e porta a Phirostefani, il vicino centro abitato di forma oblunga, che si congiunge al capoluogo. 4 km tra andata e ritorno.

Per correre più chilometri

Da Imerovigli a Oia, il paesino posto sulla parte settentrionale dell’isola.

Ho imboccato una strada di campagna brulla che costeggia l’alta scogliera.  Non ci sono alberi e locali dove rifocillarsi per cui occorre portarsi dell’acqua, almeno due litri. La strada in alcuni tratti si fa un po’ sdrucciolevole, quindi se avete delle scarpe con un buon grip è meglio. Lo spettacolo è stupendo: da un lato si vede il mare e dall’altro i vitigni dai quali si ricava il vinsanto e il nychteri. Ho corso/camminato per circa 10 km e quando sono arrivata ecco Oia, con le sue case bianchissime e curatissime, le piccole piscine, i terrazzi pieni di piante grasse. Il ritorno? Con il bus locale. Comodo e veloce (quando ci vuole ci vuole).

Per un allenamento marino

Sono andata a Perissa, la spiaggia nera più lunga dell’isola.

Attrezzata con ombrelloni e lettini che offrono per pochi euro, e tanti ristorantini sul lungomare che invitano a degustare i piatti tipici del luogo. Da qui non potete scorgere il tramonto, per cui quando il sole sta scendendo approfittatene per correre lungo la spiaggia o la pedonale che la costeggia.

Se volete rinfrescarvi

Mi sono recata a Thera Antica. Abbarbicata su di un monte (a oltre 360 metri), si raggiunge dopo una serie di aspri tornanti, sferzati da un vento violento. Il sito archeologico ospita frammenti di capitelli, colonne scanalate, un anfiteatro, incisioni sulla roccia…

Il tramonto più bello

L’ho visto a Skaros, di fronte a Imerovigli, una roccia che un tempo ospitava un castello di cui restano solo pochi frammenti. Immersa nelle erbe aromatiche, con il sole che scende dolcemente e colora tutto di rosa e di rosso. Uno spettacolo!!!

Foto di Tommaso Gallini

allenamento a Imerovigli - Foto tommaso Gallini, Running Post

INFO PRATICHE

Il Luogo

Santorini (Grecia) è un’isola meridionale dell’arcipelago delle Cicladi, la maggiore, nel mare Egeo. Isola vulcanica, ha una laguna marina interna e un ampio cratere posto a 8 km a nord-est dalla costa interna, proprio al centro della laguna.

Clima La Grecia offre ha un clima mediterraneo con estati calde ma secche e inverni miti.

Dove correre

  • Da Imerovigli, un sentiero trail della lunghezza di 10 km circa, conduce a Oia.
  • da Phirà a Imerovigli, una strada acciottolata pedonale, panoramica, dalla quale si può ammirare la caldera.
  •  Lungo le spiagge nere di Kamari (circa 5K) e Perissa (7K).

Fuso orario

Un’ora in più rispetto all’Italia.

Piatti tipici

Moussaka, stufato di melanzane, carne tritata e besciamella. keftedes, polpette fritte; suvlaki, pezzetti di carne cotti allo spiedo, e la feta, un formaggio molto saporito ottenuto dal latte di pecora (in genere si gusta in insalata). Baklava, un dolce fatto con pasta sfoglia, miele e mandorle.

Con chi viaggiare

Dreamtime Viaggi by Carmen