Obiettivo pancia piatta

Obiettivo pancia piatta.

Per diversi anni ho avuto la pancia gonfia. Credevo di mangiare bene (insomma benino) e invece? Un giorno un amico medico-sportivo mi ha detto: “Segna tutto ciò che mangi per una settimana, poi vediamo”. Aveva ragione, non mangiavo bene, ingurgitavo una quantità eccessiva di frutta (parliamo di 3-4 frutti al giorno), talvolta saltavo la colazione e per di più mangiavo alla velocità della luce, come se qualcuno mi inseguisse. Da lì sono partita e dopo avere cambiato abitudini alimentari, la mia pancia si è appiattita.

ECCO I MIEI CONSIGLI

Prima colazione È molto importante svegliarsi e fare un pieno di energia; vi permetterà di sentirvi energiche e di non avere picchi di ipoglicemia che portano a cercare cibo (e in ufficio si sa ci sono solo i dispenser che dispensano tanto junk food).

Masticazione Cercate di masticare bene riducendo in piccoli frammenti gli alimenti che, impastati con la saliva, andranno a facilitare la digestione. Tenete conto che dopo circa 20 minuti la masticazione segnala al cervello l’entrata del cibo e l’appetito verrà smorzato. Se mangiate in velocità avvertirete tardi il segnale, quando ormai avrete mangiato troppo.

Cibi di stagione Cercate di mangiare cibi di stagione, possibilmente a chilometri zero. Sorrido quando al ristorante, a fine pasto, non prendendo il dolce mi offrono l’ananas. Le piante che seguono il loro normale ciclo di vita hanno più nutrienti che apportano la giusta quantità di calorie in base al periodo dell’anno.

 

 

DI SEGUITO I CIBI CHE MI HANNO FATTO STARE BENE: 

Carciofi Una miniera di principi attivi e virtù. Hanno pochissime calorie, sono ricchi di fibre. Hanno un effetto diuretico e hanno caratteristiche disintossicanti che stimolano il fegato.

Finocchi E’ una delle verdure che amo di più, mi piace sia crudo sia cotto. E soprattutto ha un ottimo effetto sgonfiante. Provatelo con delle fettine sottili di arancia, è super.

Asparagi Sono diuretici e depurativi. Tra un po’ protrete farne incetta.

Riso integrale Contiene molte vitamine (A, B, PP), minerale e carboidrati (il riso bianco è solo la parte interna del chicco e ha solo carboidrati). E’ un eccellente energetico, ed ottimo contro le fermentazioni intestinali.

Mela A differenza degli altri frutti non favorisce la fermentazione intestinale per cui potete mangiarla senza problemi. E’ tra l’altro ricca di vitamina B.

Yoghurt I suoi fermenti lattici migliorano la flora batterica intestinale.

 

CIBI CHE EVITO

Zucchero (l’ho sostituito con il miele e il succo d’agave)

Alcol (occhio agli aperitivi!)

Fritti e condimenti come maionese, salse, ecc.

Provate a seguire questi semplici consigli e vedrete che vi sentirete più leggere!