Quattro magnifiche maratonete keniane

Stavo camminando lungo il Tamigi, zona Tower Bridge, quando vedo un signore un po’ goffo vestito con una canotta rossa con su scritto “Kenya”. Si stava facendo una serie infinita di selfie, finché non mi ha ferma per farsi fare una foto più seria. Certo che sì e chi lo ferma più… Così mi spiega che aspetta le fantastiche 4.

Chi???

Le donne più veloci della terra, almeno in maratona, le eroine del running. Beh, se così proviamo ad aspettarle. Ma arriveranno???? Mi mostra dei messaggi di un suo connazionale il quale afferma che saranno lì alle 6.30 pm. Mah, vabbé attendiamo.

E alle 6.35 arrivano, in abiti “borghesi”, pronte per un party africano. Non vi dico Paul. Va in visibilio e chiede a tutti di fotografarlo con le eroine della corsa.

Ora basta Paul (lo vedete in basso nella foto con le top atlete, si è inserito pure nei miei scatti), calmati. No, no lui continua. Mi chiede di fotografarlo di qua, di là, con questa e quella. E fermati… Basta, ora voglio conoscere le nostre stars.

Dai, vediamole.

 

Edna Kiplagat è la due volte campionessa mondiale, per intenderci quella che a Mosca ha battagliato con la nostra Valeria Straneo e alla fine si è involata vincendo l’oro. Lo scorso anno in uno sprint sul The Mall (il rettilineo finale) ha battuto Florence Kiplagat (nessuna parentela con Florence) per tre secondi solamente. Note personali: ha tre figli, due adottati da sua sorella morta di tumore al seno nel 2003 e uno adottato dal suo vicino di casa. Nel 2013 ha creato la Edna Kiplagat Foundation per la raccolta di fondi in favore della ricerca sul tumore al seno.

Florence Kiplagat, è lei che ha il record del mondo nella mezza maratona, la distanza che prediligo. Lo scorso febbraio ha infatti fermato il crono a 65:12, ed è lei che ha vinto due volte la Berlin Marathon. Serena ma sempre timida, quest’anno ci regala una capigliatura rosa shocking che in gara non passerà inosservata. Piccolina e minuta, con le infradito di perline ai piedi e i jeans “destroyed”, sembra non sapere di essere tra le più grandi runners del mondo. Forza Florence, credici!

Mary Keitany, con i capelli sciolti sulle spalle e il cappotto in tartan, accompagnata dal marito Charles Koech che ha sposato nel 2011, e dai due figli Jared e la piccola nata nel 2013.

È lei che ha vinto la maratona di Londra nel 2011 e 2012 chiudendo in 2:18:37, ed è lei che lo scorso anno si è aggiudicata la New York City Marathon.

Priscah Jeptoo, sempre a podio nelle maratone che contano, è prima a New York nel 2013, e seconda ai Giochi Olimpici 2012. Altissima, io avevo un po’ di tacchi, lei sandali bassi e quasi mi superava in altezza, si è presentata con il figlio Faustin, con il quale vive in Kenya, a Nandi, in una fattoria di 15 acri. Corre danzando con le spalle e le braccia.

Un parterre niente male. Dai Paul ora basta, lasciale andare. Non le lascia e allora scappano loro, verso la passerella sul Tamigi, che le conduce all’interno dell’imbarcazione sula quale si svolge la festa.

Si balla! Forse.