La corsa trail by Kalenji

Una corsa su e giù per il Monte Stella di Milano, o meglio la Montagnetta di San Siro, equipaggiata da trail-runner by Kalenji, il marchio messo a punto da Decathlon, dedicato alla corsa su strada, pista e trail appunto.

Un po’ di riscaldamento e l’allenamento ha inizio; insieme a un gruppo di una ventina di runners, transito lungo i sentieri ombreggiati del parco e arrivo in cima alla collinetta artificiale che ogni volta mi stupisce. Perché? Beh, è stata creata con l’accumulo delle macerie provocate dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, e oggi è diventata uno dei luoghi più amati dai milanesi per allenarsi in natura e fare qualche “lavoro” specifico in salita.

E a proposito di salita, il primo pit stop l’abbiamo fatto proprio in cima alla montagnetta che guarda allo stadio di San Siro.

Qui lo staff Kalenji ci ha mostrato e fatto testare il GILET assicurandoci: «non balla neppure quando si corre a passo sostenuto, lo indossi e ti sembrerà di portare una maglia di intimo». Si regola sul davanti con tre pratiche fibbie, e possiede due tasche dove potere mettere una piccola borraccia, integratori, cellulare, e una ampia sul retro. Qualcuno, scherzando, rispondendo al tweet di ieri in cui decantavo la comodità del gilet, mi ha risposto: «rimasto impressionato anche io, così se mi sveglio di notte non devo alzarmi a bere». Direi che rende bene l’idea. Provare per credere!.

Si scende, via per la discesa! Per testare il grip delle scarpe, le KIPRUN TRAIL XT6, con la tecnologia K-Ring. Che cos’è il K-Ring? Una sorta di ciambella in materiale morbido che viene inserito nell’intersuola, per dare maggiore ammortamento nella parte del tallone. I tacchetti ben distanziati e “aggressivi” sono adatti per cavarsela sui terreni fangosi, sui pendii laterali scivolosi e sui ghiaioni. Certo non è il nostro caso, ma buono a sapersi, non si sa mai…

Avanti! Di corsa! Ed ecco un altro oggetto indispensabile: la borraccia morbida da 150 ml. Pratica e leggerissima, si può tenere facilmente in mano grazie a una fascia elastica che permette di trasportarla in sicurezza; una volta terminata il liquido poi non occuperà praticamente spazio. La chiusura blocca-goccia inoltre eviterà di bagnare le tasche.

Naturalmente una nota anche sullo zaino camel-bag, adatto per chi deve correre lunghe distanze; aderente al corpo, evita l’effetto sballottamento, e viene venduto con la sacca di due litri, che abbinato alla water pump, permette di bere senza sforzo. Come, come? Già, grazie a una piccola pompetta che si va ad inserire nel tubo della sacca, basterà premere per fare uscire il liquido (non si aspirerà più!). Comodo, no!!?

E ora una nota sull’abbigliamento che ho indossato per l’allenamento di ieri. Inizio dalla CANOTTA TRAIL KIPRACE di colore arancione, con dei rinforzi in silicone sopra alle spalle, per impedire allo zaino di scivolare. Ha due tasche posteriori per riporre le barrette e i gel. Sapete poi cosa mi piace di più? Il collo con la zip che favorisce l’areazione. E poi ecco i COSCIALI DA TRAIL con ben 5 tasche. Una davanti con la zip per mettere lo smartphone (140×70 mm), una dietro al centro per mettere una fiasca da 250 ml, e su entrambi i lati della tasca sulla schiena, 2 tasche a rete dove si possono tranquillamente mettere 3 gel in ciascuna . Infine, un taschino interno in vita per riporre le chiavi della macchina o un fazzoletto. Qui ci sta proprio tutto il mio mondo!

Il tutto è realizzato in materiale tecnico morbidissimo, per evitare lo sfregamento durante la corsa, e assicurare il massimo comfort a chi gareggia, dato che spesso si resta in ballo per molte ore, talvolta anche per un paio di giorni.

Bene, ci siamo. Allenamento terminato!

Ora sono pronta per testare tutto quanto in una gara di trail 😉 #paroladisportivo

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *