Il toast del runner

Il toast del runner

Alla fine dell’allenamento, dopo circa mezz’ora, generalmente mangio un toast, o meglio il toast del runner. L’ho ribattezzato così perché è leggero ma saziante, e mi permette di calmare l’appetito senza appesantirmi.

Ma qual è il toast perfetto per chi come me corre? L’ho chiesto a un’esperta, la dott. ssa Elena Dogliotti, biologa e nutrizionista della Fondazione Umberto Veronesi.

Ed ecco che cosa ci suggerisce…

«Come prima cosa il pane può essere integrale, ai cereali, di tipo 1 e quindi non troppo raffinato (perché non contiene crusca) ma ci sono il germe e le parti esterne, oppure di tipo 2, o ancora ai semi così andiamo a diminuire l’indice glicemico dell’alimento mettendogli un po’ di grassi in più».

 

Il toast del runner

 

Come dovrebbe essere la farcitura?!?

 

TOAST DI VERDURA FRESCA E AL VAPORE

«Mettiamo sempre della verdura fresca, la classica insalata, oppure delle verdure al vapore o grigliate tipo zucchine o melanzane stando attenti a non bruciacchiarle (il bruciato sviluppa sostanze tossiche, nda)».

TOAST DI VERDURA DISIDRATATA

«Possiamo utilizzare  della verdura disidratata, come i pomodori, che danno molto sapore e ci evitano di utilizzare il sale perché c’è già la sapidità del pomodoro secco».

TOAST AL BURRO DI ARACHIDI E FRUTTA

«Se metti il burro di arachidi hai già la tua quota lipidica sostanziosa, per cui dovrai abbinare qualcosa di più fresco e quindi potresti aggiungere della frutta che contenga dell’acqua».

TOAST AL CIOCCOLATO FONDENTE E BANANE

«Puoi fare una base di cioccolato fondente, magari stemperato con del latte di mandorla così da mantenerlo cremoso. E potrai aggiungere delle fettine di banana e della granella di nocciola».

TOAST DI AVOCADO, CAPRINO ED ERBE AROMATICHE

«Si può creare un toast con dell’avocado e del lattughino, insieme a un po’ di caprino e delle erbe aromatiche. Se non lo trovi maturo mettilo in un sacchetto chiuso insieme a una mela in modo che rilasci un po’ del suo etilene che fa maturare più in fretta il frutto».

Grazie Elena per i preziosi consigli… Io i tuoi toast li ho creati e mangiati  🙂

 

Foto di Tommaso Gallini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright RUNNING POST

Il toast del runner - by Running Post

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *