Di corsa al sorgere del sole, meglio se al mare

Una corsa all’alba? Qualcosa di meraviglioso, perché ogni alba è una rinascita. Tutto riprende a “girare”, a risplendere, rivivere, sorridere. Diamo per scontato che ciò avvenga e difficilmente assistiamo a questo fenomeno che la natura ci regala ogni giorno, senza chiederci nulla in cambio.

Era da tempo che desideravo correre allo spuntar del sole, ma per un motivo o un altro rimandavo.

Poi il momento è arrivato e insieme a un gruppetto di Lets’ Run! sono andata ad allenarmi prima delle 5.30 (oggi il sole è sorto alle 5.27).

Dove esattamente? A Ferrara?!? No, no, troppo facile. Ai lidi comacchiesi, o meglio al Lido di Spina, distante oltre sessanta km dalla città estense.

La sveglia squilla alle 3.40 e dopo trenta minuti sono al volante per recarmi al luogo dell’incontro.

Ci troviamo in sette: Il Yong, Elena, Lalla, Cristina, Antonella, Annalaura e la sottoscritta. È buio pesto, ma si sente già qualche uccellino che timidamente tenta di aprire le “danze” con isolati cinguettii.

Arriviamo a Spina. Non c’è un’anima, gli ombrelloni sono chiusi, la sabbia è fredda e immacolata. Il mare luccica, mentre il cielo si fa rosa e arancione. Una nuvola viola si pone sopra il sole. Ma come, proprio ora? Però la sfera fucsia si fa largo e buca la spessa coltre che si tinge di indaco.

Iniziamo a camminare, poi a correre, sempre con lo sguardo rivolto a est, perché il sole si sta levando dall’acqua ed è uno spettacolo. Corriamo alternando alcuni minuti di cammino per circa per tre chilometri, poi torniamo indietro transitando lungo la spiaggia libera, ricoperta di tronchi bianchi levigati dal mare.

L’aria è leggera, profuma di salsedine e noi respiriamo a pieni polmoni. Sei chilometri e arriviamo al Bagno Virna, dove ci attende il proprietario della struttura, Massimiliano, cugino di Laura Fogli, anche lui runner.

Caffè, acqua, una brioche calda e un po’ di chiacchiere.

Sembra mezzogiorno ma sono appena le 7.30. Il giorno ci appartiene!

CONSIGLI PER CORRERE AL MATTINO

È necessario andare a dormire presto e non fare una cena abbondante la sera precedente, per non arrivare all’appuntamento sportivo con lo stomaco appesantito. Verdura a go go, insieme a un po’ di carboidrati, evitando la carne che ha processi digestivi molto lunghi.

Per non rischiare di dimenticarvi qualche capo fondamentale, preparate l’equipment il giorno prima, ricordando che in questa stagione è fondamentale avere con sé la protezione solare, un paio di occhiali da sole e un cappellino con la visiera.

Decidete di correre in compagnia così sarete motivate e quando la sveglia squillerà non rischierete di girarvi dall’altra parte, sapendo che vi aspetta qualcuno che condividerà con voi km, sudore, fatica e divertimento.

Appena aprite gli occhi stiratevi per cinque minuti in modo da risvegliare dolcemente i muscoli.