Di corsa a Malaga

Malaga - Foto www.runningpost.it

Di corsa a Malaga… Sole, mare, monti, cielo blu, addobbi di Natale mai visti così prima d’ora, e una maratona e una mezza maratona che ti fanno volare, o quasi.

Perché anche se non sono riuscita a tagliare il traguardo dei 21 Km a causa di un vecchio infortunio, ho potuto assaporare il suo splendido percorso per 12 km; scorrevole e pieno di scorci che ti fanno dimenticare la fatica (almeno a me hanno fatto questo effetto), finché non si è fatto sentire il fastidio alla gamba che poi si è trasformato in dolore costringendomi al ritiro.

Sì Malaga è una città fortunata perché ha tante cose tutte insieme, oltre a una gentilezza innata e a una carica energica che te la fanno amare per forza.

Sono partita con Dreamtime Viaggi senza sapere nulla di questo luogo che conta quasi seicentomila abitanti, insieme a un gruppo di maratoneti e mezze maratoneti della Corriferrara (la mia società), capitanati da Massimo, Erica e Nino, ognuno con una storia di runner diversa, ognuno con un obiettivo e un sogno da realizzare a suon di km.

Abbiamo girato per il lungo e per il largo e credo di avere fatto parecchi chilometri, almeno il Fitbit dice che la settimana appena trascorsa è andata bene perché ho battuto ogni record, guadagnando diverse medaglie.

E credo di potere dare dei buoni consigli a chi vuole visitare la città in 3-4 giorni.

 

COSA FARE E VEDERE A MALAGA

 

La Foresta Natalizia

Il primo giorno perditi nelle strade e vie di Malaga, facendoti guidare dalle luminarie che culminano in Calle Larios dove troverai la cosiddetta Foresta Natalizia. Un lungo viale punteggiato di stelle di Natale vere, che conta ventidue archi semi circolari pieni di soli, angeli e foglie d’autunno che si possono ammirare di giorno, non illuminati, e di notte (730 mila i punti luce). Inoltre ci sono sessioni di luci e musica che la rendono ancora più spettacolare il luogo. Gli orari degli spettacoli sono alle ore 18.30, 20.00 e 21.30, tutti i giorni, dal 29 Novembre al 5 Gennaio.

Una delle vie più strabilianti che abbia mai visto e che i maratoneti (non chi fa la mezza maratona) possono ammirare correndo.

 

La Foresta Natalizia di giorno di Malaga - www.runningpost.it

 

 

Foresta Natalizia di Malaga - www.runningpost.it

 

Il Castello di Gibralfaro per la vista più bella

Il Castello di Gibralfaro (lo vedrete in lontananza perché è abbarbicato sul monte Gibralfaro). È stato edificato nel secolo XIV per ospitare le truppe e proteggere l’Alcazaba, nel quale è possibile percorrere le muraglie con magnifiche viste su Malaga.

Ai piedi del Castello si trova l’Alcazaba, una fortezza di epoca musulmana costruita su una fortezza preesistente di origine fenicia. Perdetevi al suo interno ammirando gli splendidi giardini, terrazze e specchi d’acqua.

Il Muelle Dos 
Un’estensione del primo molo, formato da una lunga passeggiata caratterizzata da un’alta struttura modernista, che crea dei giochi d’ombra, e offre sollievo quando è caldo.

Questa zona sul lungomare si chiama Palmeral de las Sorpresas, il giardino di palme delle sorprese. Lungo il percorso si trovano più di quattrocento palme e nei giardini attorno oltre settemila alberi e piante tropicali.

Andateci perché è davvero bello correre lungo questa passerella scorgendo il mare e la struttura che cambia tonalità secondo l’orario del giorno.

 

Malaga - www.runningpost.it

 

Il Mercato di Atarazanas

Ribattezzato a Malaga “Mercato centrale”, si accede da Calle de las Atarazanas, Plaza de Arriola, Calle Sagasta e Calle Guillén de Castro. Qui troverete frutta di tutti i tipi: di stagione, esotica, secca,  ma anche pesce di ogni tipo, e carne tra cui una specialità che mi ha lasciato a bocca aperta: la carne di maiale affogata nel burro e nella paprika. Come sapete non mangio carne ma chi era con me l’ha provata e ha detto che era un tantino pesante ma gustosa.

Potrete anche mangiare dei piatti di pesce al volo sedendovi in uno dei tanti tavolini all’aperto.

ORARI DI APERTURA:
Aperto dal lunedì al sabato nella fascia oraria tra le 8 e le 14. Chiuso la domenica.

 

Il mercato di Malaga - www.runningpost.it

 

Museo Picasso

Si trova all’interno del Palacio de Buenavista, nel cuore della città.

Forse avrete visto il Museo di Picasso parigino o quello di Barcellona, ma questo dedicato al grande maestro contemporaneo che a Malaga nacque nel 1881 è unico, perché uniche sono le opere che potrete ammirare al suo interno.

Perché era desiderio dello stesso artista avere un museo nella sua città natale.. Così ci pensò la nuora Christine a curarne il  progetto di apertura. Un vero e proprio viaggio nella vita e nelle opere del Genio: dalla fanciullezza fino alla maturità.

 

La Zurich Malaga Marathon e Half Marathon

Se come me amate correre scorgendo il mare e sentendo il sapore del sale, non potete perdervi il doppio appuntamento in programma a metà dicembre che prevede maratona e mezza.

Si parte lungo il viale principale punteggiato di palme alle 8.30 del mattino, quando inizia a rischiarare (già a Malaga il sole si leva tardi ma tramonta un’ora dopo rispetto all’Italia) e si arriva con il sole pieno, passando attraverso la Foresta.

L’Expo per il ritiro dei pettorali si trova a 6 km dal centro cittadino; consiglio di prendere il bus n. 7, che impiega circa 30 minuti per arrivare (fa parecchie fermate).

Il sabato precedente la gara è in programma la Breakfast Run di 5 km, una gara gratuita non competitiva che richiede comunque la registrazione online per tempo, e vede lo start e l’arrivo si trovano all’Expo.

 

Malaga Marathon - Foto di Pierluigi Benini

Malaga Marathon – Foto di Pierluigi Benini

 

Eccomi impegnata nella Malaga Half Marathon - Foto di Fabio Righetti

Eccomi impegnata nella Malaga Half Marathon – Foto di Fabio Righetti

 

Dove correre se non vai nel periodo della maratona

Puoi andare al Parque de Malaga che si estende lungo la via principiale e ha lunghe passerelle pedonali immerse nel verde.

Oppure

Dal cuore della città puoi spingerti fino al Castello di Gibralfaro così farai un po’ di salita e anche dei gradini che servono sempre in allenamento, inoltre dall’alto della fortezza potrai godere di una magnifica vista sulla baia.

Oppure

Corri lungo la Malagueta  una delle spiagge più famose della città.  Si trova a pochi passi dal centro e dal nuovo porto, il Muelle Uno. Si estende per circa 1,3 km di sabbia; potrai raggiungerla dal Paseo Marítimo, la strada sul lungomare. Qui incontrerai tantissimi runners, ma anche gente che si riposa sui lettini (sì, anche in dicembre) o sotto le palme, e se vai verso mezzogiorno sentirai il profumo del pesce fritto e degli spiedini di sardine grigliate che vengono serviti nei chiringuitos posti lungo la spiaggia.

 

Il mio racconto  qui e spero che ti sia piaciuto. Se vuoi vedere altri scatti della città e della maratona puoi curiosare sul mio @running.post

 

Le foto sono di Fabio e Irene Righetti, quella di gruppo è di Pierluigi Benini