Com’è stata la tua domenica di corsa?!?

Com’è stata la tua domenica di corsa? C’erano un sacco di eventi running: maratone, mezze maratone, trail, corse di beneficienza… Però non ho preso parte ad alcun evento. Emmm, sì, lo so, avrei potuto ma non avevo voglia di puntare la sveglia, sognavo un sabato e una domenica all’insegna dello sport ma senza orari e programmi prestabiliti. Sì, un altro weekend rilassato lo so, ma il 1° maggio l’ho passato a dipingere casa!

 

SVEGLIA, COLAZIONE, PALESTRA E ALLENAMENTO

Così ho aperto gli occhi alle 8.30, e wow, splendeva il sole!!! Il meteo si era fortunatamente sbagliato.

Ho fatto colazione con calma: avena croccante, yogurt scremato, mirtilli freschi e caffè, e mi sono tuffata in palestra per fare una sessione di rafforzamento ginocchia, addominali e braccia, ma non prima di essermi riscaldata sulla macchina ellittica, e avere fatto una sessione di stretching.

Quindi corsa sulle Mura di Ferrara (la mia città per chi ancora non lo sapesse), anzi nel sottomura, che non essendo in ombra permette di prendere tutto il sole che si vuole e di fare il pieno di vitamina D, fondamentale per le nostre ossa. Peccato che i medici italiani la sottovalutino.

 

STRANI INCONTRI

Via, si parte! Dopo un chilometro circa incontro due runners vestite di fucsia e di verde, indossano abiti tradizionali (credo) indiani e alternano la corsa al cammino. Non mi sono soffermata sul vestiario anche se temo soffrissero un tantino il caldo, ma sulle scarpe: correvano con delle Converse piattissime; avrei voluto suggerire loro di acquistarne un paio più adatto spiegando loro il perché, però mi è mancato il coraggio.

Poi ho incontrato tantissimi camminatori, e un runner con un braccio ingessato che evidentemente non ha resistito al richiamo del sole e si è messo in moto nonostante la pesantezza del gesso.

 

LE GARE DELLA DOMENICA

E mentre mi allenavo senza guardare l’orologio, c’era chi si guardava alle spalle perché alle ore 13, in tutto il mondo, si correva la Wings for Life World Run, ossia la gara senza traguardo con l’auto che ti insegue dopo mezz’ora che sei partito e una volta raggiuntoti decreta la fine della tua corsa.  11 i luoghi dove si è svolta; in Italia quest’anno si è tenuta con una catcher car “virtuale” sull’isola di Albarella.

Ma c’era anche la maratona di Praga, o meglio la Volkswagen Prague Marathon, chi l’ha corsa? Una competizione stupenda, con partenza e arrivo nello splendido centro storico della città, e vinta dallo statunitense Galen Rupp in 2:06:07. Sono certa che qualcuno di voi se lo ricorderà alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, dove incredibilmente si aggiudicò il bronzo nella maratona.

Tra le donne vince Bornes Jepkirui Kitur in 2:24:19 e pensare che non era tra le favorite!

 

praga marathon con il vincitore Galen Rupp - Foto Run Czech - Running Post

 

C’era anche la mezza maratona di Trieste… Ho dei ricordi bellissimi di questa 21 km che ho seguito e corso qualche anno fa. E poi il Dozza Wine Trail… Qualcuno l’ha corso? Ispiratemi con i vostri allenamenti e competizioni 🙂