Come innamorarsi della strada

Come innamorarsi della strada? Ecco una mini guida per imparare ad amare la corsa.

Ho iniziato a correre molto presto, avevo più o meno 6 anni, e non è che mi piacesse tanto. Ogni domenica mio papà si alzava prestissimo e dopo poco svegliava l’intera famiglia. Perché c’era la gara domenicale, immancabile per un fissato come lui. Caldo, ghiaccio, gelo, pioggia, fango, non potevamo mancare. Ho iniziato così… Ho odiato quella strada e quei percorsi di sterrato pesantissimi, ma poi le cose sono cambiate, ho cominciato a faticare meno e a piazzarmi abbastanza bene e non mi sono più fermata.

Il segreto per innamorarsi della corsa? Non c’è un segreto ma se sei costante e non ti abbatti ai primi km vedrai che poi qualcosa in te scatterà. E scoprirai che il running può accompagnarti ovunque. Ricordo che durante l’università mi accompagnò sempre; ogni mattina, alle 6.15 uscivo a correre 9-10 km, e poi rientravo… Doccia, colazione e libri. La concentrazione era altissima ed è così che sono riuscita a laurearmi nei tempi giusti. Chissà, forse ce l’avrei fatta comunque, ma non ne sicura. Sì, la corsa ci può aiutare in tante occasioni. Ma se sei neofita o non ti sei ancora innamorato della corsa, leggi questa mini guida per abbracciare la strada 🙂

EQUIPMENT

Possiedi delle scarpe da running (vere)? Quanti anni hanno? Occhio perché se non sono appropriate ti daranno fastidio e il ricordo spiacevole non ti aiuterà ad uscire una seconda volta. Un altro capo importante in questa stagione fredda è il leggings, se non li hai comprane un paio (ci sono i saldi!) e non vergognarti di indossarli temendo di fare l’effetto salsiccia, quando corriamo nessuno presta attenzione a come siamo abbigliati o se abbiamo un chiletto in più, siamo tutti concentrati sulla fatica e noi stessi.

 

IMG_1888

 

NON ECCEDERE CON I KM

Non devi correre chissà quanti chilometri, esci un 2-3 volte alla settimana il primo mese e corri pochi chilometri. Ti consiglio di alternare la corsa al cammino, così farai più strada e meno fatica. Ecco un esempio di allenamento per le prime due settimane con tre uscite:

prima uscita: 1 minuto di corsa, alternato a 1 minuto di camminata. Ripetere 10 volte.

seconda uscita: 2 minuti di corsa, 1 minuto di cammino. Ripetere 8 volte.

terza uscita: 4 minuti di corsa, 1 minuto di cammino. Ripetere 5 volte.

CORRI LENTAMENTE

La corsa va fatta a ritmo lento, anche se ti senti bene e le gambe vorrebbero volare non esagerare, devi adattare il tuo fisico e i muscoli soprattutto.

CORRI ALL’ARIA APERTA

Se in genere corri sul tapis roulant, anche se è freddo, ti consiglio di correre all’aperto. Ti dico la verità, questa per me è la stagione più bella per allenarsi, le guance ti pizzicano per il freddo, l’aria è frizzante ma le gambe girano più che mai.

STRETCHING

Ricordati di fare 5-10 minuti di stretching prima di uscire a correre e alla fine dell’allenamento. Se allunghi i muscoli previeni gli infortuni.

 

stretching - running post

 

NIENTE SCUSE, CORRI NEL WEEKEND

Se non hai tempo per allenarti durante la settimana puoi farlo nel weekend, ne trarrai comunque grande beneficio. Lo dice uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine da parte dei ricercatori della Loughborough University, dell’University College di Londra e della Harvard University. Che cosa dicono? Che chi si allena 3 o più volte alla settimana diminuisce del 35% il rischio di morte prematura rispetto a chi è sedentario, del 30% è la riduzione in chi fa attività fisica solo la domenica. Quindi non c’è una grande differenza… Ma occhio, l’OMS aggiunge che durante la settimana bisogna muoversi almeno 75 minuti. Ma non sono tanti, ce la puoi fare. E se hai bisogno di monitorare i minuti o i passi ti consiglio di munirti di un fitness tracker, io uso il Fitbit Charge 2, ma in commercio ce ne sono tantissimi, più o meno costosi.

OBIETTIVO

Iscriviti a una gara vicino a casa (direi una 5 km), meglio se una non competitiva così non avrai la pressione del tempo e ci saranno meno concorrenti fissati per il risultato finale.

MUSICA

Se correre ti annoia oppure hai bisogno di un po’ di carica, fai il download delle tue canzoni preferite e crea la playlist dei tuoi allenamenti.

COLAZIONE

Se corri al mattino presto, quando torni preparati una super colazione a base di frutta, cereali, mandorle, semi e noci. Sarà una sorta di ricompensa per la fatica e la tua giornata prenderà tutta un’altra piega!

 

Fotografie di Tommaso Gallini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright RUNNING POST