Buoni propositi per il 2018

i buoni propositi 2018 - runningpost

Finisce un anno… E’ tempo di buoni propositi… I miei, come sempre, vanno a braccetto con la corsa. Prima però di dirti che cosa mi sono proposta per il 2018 ti do qualche suggerimento per raggiungere la meta, perché talvolta si tende a rallentare e ad abbandonare per i motivi che ti dirò qui di seguito.

OBIETTIVI REALIZZABILI

Come prima cosa cerchiamo di porci degli obiettivi realistici. Ambiziosi sì, ma non impossibili perché rischieremo di arenarci con conseguente perdita di entusiasmo e di stimoli per andare avanti.

 

MICRO – OBIETTIVI

Pensare a degli obiettivi più piccoli che ci portano a realizzare il grande obiettivo. Procedere a piccoli passi serve a mantenerci focalizzati su ciò che vogliamo raggiungere.

 

PREMIARSI

Premiamoci quando raggiungiamo un traguardo, grande o piccolo che sia. Basta poco, che so un massaggio tonificante alle gambe se ad esempio siamo riusciti a correre un trail impegnativo, oppure un nuovo paio di pantaloncini per correre o una fetta del nostro dolce preferito. Lo dice anche Catherine Bertone.

 

E ora è tempo di propositi, chissà che non ti servano per darti qualche stimolo…

 

Due mezze maratone

Il primo proposito è correre in un anno almeno due mezze maratone su strada, non importa dove, ma lo scenario deve essere mozzafiato perché mi piace farmi distrarre dal paesaggio mentre macino chilometri.

 

Trail

Correre tanti trail e corse in natura. Il motivo è semplice, i percorsi sono sempre molto vari e allenanti, e il fisico ringrazia. I su e giù mi stimolano, mi caricano e sono così allenanti che appena ne finisco uno ne voglio fare un altro.

 

buoni propositi 2018 - runningpost

 

Esercizi isometrici

Continuare con gli esercizi a corpo libero e isometrici in palestra per rafforzare le ginocchia e quei muscoli poco conosciuti e considerati che sono così importanti per la nostra salute, come ad esempio l’ileopsoas. Che cos’è? Un muscolo fondamentale che andrebbe sempre preso in considerazione perché ci aiuta a mantenere una postura corretta quando corriamo.

 

Correre all’alba

Ammetto che con il freddo e il buio non è facile svegliarsi presto, ma quando lo faccio mi sento una leonessa per tutta la giornata.

Quindi andiamo a letto prestino se ce la facciamo e prepariamo tutto il necessario la sera prima, lampada frontale compresa, visto che dobbiamo farci vedere dalle auto. E scegliamo percorsi illuminati e possibilmente cittadini!

 

Niente tempi

Lo scorso anno mi ero proposta di velocizzarmi e di correre una mezza maratona sotto l’ora e i 40 minuti, come ai vecchi tempi, ma un infortunio, proprio sul più bello, ha vanificato i miei sforzi. E allora questa volta dirò semplicemente che correrò meno km più velocemente.

Sognare

Lo ha detto Eleanor Roosevelt: “Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”. Vero!!! Almeno per me, così non smetto mai di sognare… E naturalmente cerco di concretizzarne qualcuno. A volte ci riesco, a volte no, però vado avanti continuando a sognare.

Questi sono i miei propositi-running per il 2018 e tuoi quali sono?

 

La foto di Windsor è di Pierluigi Benini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Running Post